Indicatore annuale di tempestività dei pagamenti 2019

Indicatore annuale di tempestività dei pagamenti 2019

L’art. 10, comma 1 del D.P.C.M. 22 settembre 2014 avente ad oggetto “Definizione degli schemi e delle modalità per la pubblicazione su internet dei dati relativi alle entrate e alla spesa dei bilanci preventivi e consuntivi e dell’indicatore annuale di tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni” prevede la pubblicazione, a decorrere dall’anno 2015 e con cadenza annuale, di un indicatore dei tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture denominato “indicatore annuale di tempestività dei pagamenti”.

L’indicatore calcolato comprende (in ragione della perimetrazione, delle indicazioni operate con le delibere della Giunta Regionale n. 1521/2013 per quanto applicabile, n.66/2016, degli approfondimenti tecnici operati sull’allargamento della perimetrazione soggettiva nonché dei sopraggiunti chiarimenti interpretativi della Ragioneria Generale dello Stato - circolari n.3 del 14/01/2015 e n.22 del 22/07/2015 - con riferimento al concetto di “debito commerciale”) l’aggregato di tutte le fatture passive registrate nel periodo di riferimento giunte alla fase di pagamento, tenuto conto delle condizioni contrattuali di pagamento pattuite con il fornitore/prestatore.

L’indicatore annuale di tempestività dei pagamenti, come indicato dal citato D.P.C.M. 22 settembre 2014, è stato ottenuto attraverso un processo di tracciabilità della spesa ed è calcolato come “la somma, per ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori moltiplicata per l’importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento” (art. 9, comma 3).

Nel calcolo, sono stati considerati i giorni da calendario, compresi i festivi.

In specifico, per l’indicatore annuale di tempestività dei pagamenti relativo alla Gestione Sanitaria Accentrata, sulla base delle indicazioni operative e modalità di contabilizzazione suggerite dal tavolo tecnico art. 12 dell'Intesa Stato-Regioni del 23 marzo 2005, è stata operata una ricostruzione a base annua che tenesse conto dei tempi fissati dalle norme di legge che prevedono 60 giorni per il settore sanitario al quale va ricondotta l’attività anche dei pagamenti eseguiti dalla Gestione Sanitaria Accentrata.

  INDICATORE ANNUALE DI TEMPESTIVITA' DEI PAGAMENTI ANNO 2019 - 12,44 GIORNI
  INDICATORE ANNUALE DI TEMPESTIVITA' DEI PAGAMENTI ANNO 2019 GESTIONE SANITARIA ACCENTRATA - 24,68 GIORNI
  INDICATORE ANNUALE DI TEMPESTIVITA' DEI PAGAMENTI ANNO 2019 COMPONENTE NON SANITARIA - 11,67 GIORNI

 

Come leggere l’indicatore:

  • se l’indicatore risulta negativo, significa che le fatture sono state pagate in media (secondo la definizione sopra richiamata, tenendo conto del fatto che si tratta di una media ponderata all’importo delle fatture) prima della scadenza delle stesse;
  • se l’indicatore risulta positivo, significa che le fatture sono state pagate in media (secondo la definizione sopra richiamata, tenendo conto del fatto che si tratta di una media ponderata all’importo delle fatture) dopo la scadenza delle stesse.

Al fine di permettere una migliore comprensione del significato del dato esposto, si allega un documento di approfondimento esplicativo del calcolo effettuato.

Dettaglio di calcolo (pdf349.15 KB)

Azioni sul documento

ultima modifica 2020-02-12T09:25:27+01:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina